As câmaras da memória

Diario di un(o che continua a confermarsi un) antieroe
Vortici di pensieri disordinati: un italiano che ha anche vissuto a Lisbona, ma non per fare l'er*smus
"La vita per te é solo un pretesto per scrivere a ruota libera" (simon tanner aka humpty dumpty)
"Io lavoro, eri tu quello che faceva cazzate!" (Franca)

martedì, agosto 18, 2009

Addio

Mi stupisco come abbia sempre bisogno di qualcun altro, nella fattispecie il mio migliore amico, per capire cose evidenti. Di me stesso.
Per quale recondita ragione dovrei continuare a raccontarvi i cazzi miei?
Questo blog chiude.
Grazie, a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di leggerlo.

2 Comments:

  • At 12 dicembre, 2009 22:22, Blogger Alessandra said…

    nooo...daaaaiiii....non smettere proprio del tutto...ti ho scoperto stasera, e ti ho letto così volentieri, ed invidiato anche...Capisco quello che dici, ma se non dai troppa importanza alla scrittura, puoi continuare a scrivere,no? o forse no. vabbè. ah, t'ho beccato mentre facevo ricerche internet sul mito di adamastor.

     
  • At 13 dicembre, 2009 02:31, Blogger JP said…

    Invidiato, addirittura, lo prendo come complimento.
    Scrivo da sempre, continuerò sempre a scrivere, Alessandra. È la cosa che piu' mi piace, e quella che so fare meglio nella vita. Solo, preferisco tenere molte cose, personali, per me, o condividerle con i diretti destinatari, che spero non ridano alle mie spalle quando le leggono. Mi fa piacere che tu sia capitata qui, spero che il mio sito ti abbia potuta aiutare, e che io comunque ti abbia potuto trasmettere qualcosa. Un saluto.

     

Posta un commento

<< Home